Il Comitato “Se non ora quando” chiede l’attivazione di un percorso per le donne che subiscono violenza

0
18

{vimeo}244030496{/vimeo}

“Il percorso per le donne che subiscono violenza” è il nome del protocollo d’intervento che mira ad una adeguata e tempestiva presa in carico delle donne a partire dal triage fino all’accompagnamento e orientamento ai servizi pubblici e privati presenti sul territorio di riferimento per elaborare un progetto personalizzato di sostegno e di ascolto per la fuoriuscita dalla esperienza di violenza subita”, è l’incipit del documento a firma della presidente comitato Se Non Ora Quando Vallo di Diano Rosy Pepe e indirizzato al direttore sanitario dell’ospedale di Polla Luigi Mandia e al direttore generale  Asl Salerno Antonio Giordano. Questo percorso in sostanza, compatibilmente con la violenza sessuale fisica subita, si avvale di una serie di interventi e azioni che si attivano quando viene segnalato il caso. “L’intervento è garantito dal personale specializzato – continua la presidente Pepe – e necessita di luoghi adeguati per garantire il tempestivo allertamento della rete di assistenza e sostegno necessaria per la vittima”. Nella lettera si chiede cioè uno spazio idoneo che le assicuri protezione, sicurezza e riservatezza e quest’area rappresenta l’unico luogo dove la donna viene visitata e sottoposta ad accertamenti strumentali e clinici. Necessario sarebbe anche l’allestimento di un luogo di ascolto e prima accoglienza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here