Highland Ultra Marathon Scotland, parte domani la nuova impresa di Giuseppe De Rosa

0
191

“Non vedo l’ora di prendere parte alla nuova avventura che mi attende in Scozia. L’emozione di essere l’unico italiano a partecipare mi riempie di orgoglio e mi carica per ottenere un buon risultato da condividere con chi ha sempre creduto in me”.

Queste le parole di Giuseppe De Rosa alla vigilia della partenza per la Highland Ultra Marathon Scotland del circuito Beyond the Ultimate Race Series, che lo vede unico protagonista azzurro su 34 partecipanti. L’atleta di Sala Consilina, già campione mondiale per due volte consecutive nel Rodsign Continental Challeng, da domani 18 aprile sarà impegnato in una ultramaratona di 125 km in 3 tappe, organizzate nella penisola di Knoydart in Scozia, gioiello selvaggio e remoto delle Highlands occidentali, raggiungibile solo via mare o a piedi. La distanza del percorso di gara copre circa 85 miglia quadrate nei loch nebbiosi, delimitate a Nord e a Sud dai vasti laghi marini, Loch Nevis e Loch Hourn (Paradiso e Inferno), tra sentieri di montagna, valli, scalinate e paludi.

“Mi attende una competizione epica – continua Giuseppe De Rosa – in una delle zone costiere più straordinarie al mondo, ricca di fauna selvatica, tra aquile reali e cervi rossi, inaccessibile per molti turisti e per questo ancor più attraente”.

Durante l’evento scozzese ogni corridore trasporta in spalla, nel proprio zaino, l’equipaggiamento necessario e un kit di sopravvivenza. Prevista la fornitura di acqua potabile sul percorso e di acqua calda per preparare il cibo in tutti i campi allestiti ogni 10 km e presidiati con personale medico e di supporto. Una logistica che non spaventa l’atleta salese, “Leggenda” dell’ultramaratona, disciplina che lo ha visto sempre tra i primi posti nelle 40 gare organizzate nei 5 continenti dal circuito francese Canal Adventure e due volte titolo mondiale.

“Mi auguro – conclude De Rosa – di ricevere anche questa volta l’incoraggiamento della comunità valdianese, che con il suo affetto, da sempre, alimenta il mio sogno”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here