Garza nel corpo di un paziente, nei guai il direttore di cardiochirurgia del Ruggi Coscioni

0
448

Il Giudice per le indagini preliminari ha ritenuto la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza nei dei cinque indagati, tra cui il direttore di cardiochirurgia del Ruggi Coscioni, applicando la misura interdittiva del divieto di esercizio della professione medica, inibendo loro ogni attività medica e tutte le attività ad esse inerenti, per la durata di dodici mesi a carico del Primario Coscioni, di nove mesi a carico dei dottori Del Negro e Toigo nonché di sei mesi a carico, rispettivamente, dei sanitari Pirozzi e Puca per i fatti in occasione dell’intervento chirurgico di sostituzione valvolare aortica con bioprotesi e rivascolarizzazione coronarica cui il Sig. Umberto Maddolo venne sottoposto il 20 dicembre 2021 presso il reparto di cardiochirurgia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here