Furti, malviventi in azione a Padula e Montesano

0
961

Anche il Vallo di Diano sempre più preda dei malviventi che si introducono all’interno di abitazione ed attività commerciali. Nonostante l’intensificazione dei controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, su tutto il territorio di competenza, le azioni malavitose proseguono incessanti, vista anche l’enorme vastità dell’area che diventa sempre più complicato controllare, con i ladri che riescono a mettere a segno i loro colpi.

Ultimi in ordine di tempo si sono registrati la notte scorsa nel comune di Montesano sulla Marcellana e di Padula. Ad essere stati oggetto di rapina due rivendite di tabacchi da cui sono stati prelevanti denaro contante e sigarette. Entrambi i colpi sono stati messi a segno a poca distanza uno dall’altro e, secondo quanto emerso nel corso delle indagini, pare che siano stati compiuti anche con modalità pressoché identiche. Elementi questi che lasciano ipotizzare che i due fatti siano tra loro collegati. I furti della notte scorsa presso gli esercizio commerciali, vanno ad aggiungersi ad una serie di altri furti che si sono verificati nei giorni scorsi e che hanno interessato numerose abitazioni dislocate in diversi comuni valdianesi.

In particolare, nei giorni scorsi, ladri si sono introdotti in abitazioni nei comuni di Caggiano, Polla e Atena Lucana. Non sono poi mancati casi di malviventi entrati in azione ancora una vola anche a Padula dove, in alcuni casi, sono stati messi in fuga dall’arrivo del proprietari. Ormai, infatti, i ladri agiscono quasi incuranti della presenza o meno dei proprietari delle abitazioni, introducendosi nelle case senza badare troppo ai movimenti delle famiglie e prelevando quanto riescono ad individuare di interesse prevalentemente soldi e gioielli. Furti si sono verificati anche a Roccadaspide. In particolare, la notte scorsa, un gruppo di ladri, pare in 4, si sono introdotti all’interno di un’abitazione riuscendo a portare via denaro e gioielli.

Secondo quanto emerge pare che, a rendersi conto di quanto stava accadendo sono stati dei vicini di casa che hanno lanciato l’allarme. Nonostante, dunque, il presidio dei carabinieri su tutto il territorio, il fenomeno diventa sempre più difficile da gestire visto anche il numero ridotto di forze di polizia per un territorio vasto come quello di competenza della Compagnia di Sala Consilina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here