Furti in abitazione nel salernitano, intenso lavoro per le Forze dell’Ordine

0
211

Non si arresta l’ondata di furti e rapine che vanno a toccare non solo le grandi città ma ancor più i piccoli centri, soprattutto nelle aree, come il Vallo di Diano che, per vastità e  per estensione territoriale, diventa complicato da controllare in ogni parte. A lavoro la compagnia carabinieri di Sala Consilina, guidata dal Capitano Roberto Bertini che, in queste settimane è impegnata nel cercare di individuare i responsabili di numerosi casi di furti che si stanno ripetendo nella vastissima area di competenza della compagnia salese.

Alle recenti vicende verificatesi a Sala Consilina dove è stata rubata una vettura nei giorni scorsi, a Padula con i furti perpetrati nelle abitazioni, si sono aggiunti ulteriori episodi che hanno interessato due abitazioni di località Fonti di Trinità di Sala Consilina, al confine con il comune di Padula.

Nella notte, infatti, secondo quanto si apprende, pare che ignoti si siano introdotti in abitazioni poste alla periferia del centro più popoloso del Vallo di Diano. In una delle abitazioni sono riusciti a prelevare oggetti di valore provocando dunque un danno economico da quantificare. Nella stessa serata, inoltre, i ladri si sono introdotti anche in un’altra abitazione posta sempre in Loc. Fonti ma, in questo caso, secondo quanto emerge, essendo presenti all’interno i proprietari, i malviventi sono stati messi in fuga.

Immediatamente è stato lanciato l’allarme con gli uomini del Capitano Bertini che hanno dato il via alle indagini per cercare di risalire agli autori dei reati. Si tratta dell’ennesimo caso di furti che, sul territorio valdianese, non si sono mai arrestati ed hanno visto impegnati i carabinieri salesi in numerosi intereventi anche al fine di individuare i responsabili.

I furti in abitazione, in ogni caso non riguardano solo il Vallo di Diano ma sono sempre più diffusi su tutto il territorio nazionale ed anche provinciale, provocando anche allarmismi talune volte ingiustificati come nel caso dei due operai che, rientrando nel loro B&B a bordo del furgone utilizzato per il lavoro, sono stati scambiati per ladri con i cittadini che hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine. I due operai, condotti in caserma, sono poi riusciti a chiarire la loro posizione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here