Festa delle Donne, nonostante le conquiste restano ancora tante battaglie da vincere

0
12

{vimeo}88649875{/vimeo}
La Giornata Internazionale delle donne che si celebra come ogni anno l’8 marzo diventa giornata di riflessione. Riflettere su quelle che sono le conquiste delle donne a distanza di oltre 100 anni dalla prima giornata di manifestazione. Da allora sono tantissime le donne che hanno intrapreso lotte per raggiungere la parità di trattamento e di diritti. Sicuramente sono state anche tante le conquiste ma, riflettendo, ci si rende conto che i risultati raggiunti, sono stati affiancati da nuove battaglie da combattere. Basti pensare ai continui casi di violenza sulle donne, dettati da futili motivi, che troppo spesso sfociano in omicidio. A ciò si aggiungono anche le recenti notizie sulle quote rosa da inserire nelle liste elettorali. Possibile che nel 21esimo secolo è necessario che nel redigere le liste elettorali sia necessaria una legge che obbliga il coinvolgimento delle donne? Va condiviso l’augurio che il gruppo Forza Italia di Teggiano con un manifesto pubblico ha rivolto alle donne, sottolineandone il valore nella società e augurandosi che si possano davvero raggiungere le pari opportunità, e che la piaga sociale del femminicidio possa essere finalmente debellata. Affinché il valore e il ruolo delle donne venga riconosciuto dagli uomini, possibilmente senza che si sentano obbligati da una legge ma con sincera consapevolezza. Siamo ancora ben lontani dall’obiettivo. Ancora si ricorre alla legge per assicurare alle donne un ruolo politico. E non possiamo e non dobbiamo dimenticare i recentissimi fatti di cronaca che ancora una volta riempiono le pagine dei quotidiani con casi di femminicidio e violenze sulle donne. Drammatici eventi che continuano ad essere portate all’attenzione delle coscienze attraverso convegni e dibattiti, senza però riuscire a questo male della società. Non si riesce ancora a comprendere come mai le donne sono ancora costrette a combattere per veder riconosciuti i diritti propri della persona umana, che sia donna o uomo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here