Festa della Repubblica, celebrazioni a Padula, Sassano, Montesano e Teggiano

0
7

{vimeo}558480965{/vimeo}

75 anni della Repubblica Italiana. Un anniversari celebrato un po’ in sordina anche a causa dell’emergenza Covid, forte deterrente per la realizzazione di manifestazioni in omaggio alla Repubblica anche al fine di evitare assembramenti. Cerimonie annullate o ristrette nei comuni valdianesi anche se, a Padula, l’amministrazione comunale ha voluto trasformare la Festa della Repubblica in una giornata di sensibilizzazione per i giovani verso una maggiore consapevolezza sull’importanza dei valori fondanti la costituzione italiana ma anche verso un maggiore attaccamento alla propria terra e alla propria storia.

E così, a Padula, le celebrazioni del 2 giugno si sono trasformate in una giornata di festa per i neo diciottenni a cui, l’amministrazione Imparato ha donato la Costituzione Italiana in un momento di incontro alla presenza anche del Comandante della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina Cap. Paolo Cristinziano che ha donato il volumetto ai ragazzi insieme al sindaco Paolo Imparato e all’assessore alle politiche giovanili Filomena Chiappardo, presso la sede del Museo Civico Multimediale. “Abbiamo scelto di consegnare la Costituzione ai diciottenni presso il Museo Civico Multimediale – spiega l’assessore Chiappardo – per favorire nei ragazzi la conoscenza del nostro splendido patrimonio. E’ stato molto emozionante accogliere i giovani in un luogo che parla della storia del nostro territorio. Ringrazio il Capitano Paolo Cristinziano per la presenza e per la vicinanza che sempre dimostra alle iniziative legate ai giovani. Un grazie ai ragazzi e alle loro famiglie che li hanno accompagnati e grazie al Forum dei Giovani con cui condividiamo il percorso relativo alle politiche giovanili”.

Altre cerimonie per la Festa della Repubblica si sono svolte a Sassano dove il sindaco Domenico Rubino, insieme ai volontari dell’associazione di protezione civile L’Orchidea Emergenza, ha celebrato al festività in una cerimonia ristretta per l’emergenza Covid, con la deposizione della corona di fiori davanti al Monumento dei Caduti da parte del responsabile dell’Associazione Carmine Aquino e con la benedizione da parte di Don Otello Russo. Celebrazioni anche a Teggiano e Montesano sulla marcellana in questo caso alla presenza anche dell’Orchestra Giovanile Montesanese. Alle diverse cerimonie hanno partecipato anche le forze dell’ordine con i carabinieri e gli agenti della Polizia Municipale.

Anna Maria CAVA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here