Elezioni amministrative. A Sala Consilina, Auletta e San Pietro al Tanagro i sindaci uscenti rientrano in gioco

0
165

Dopo il rinvio della discussione nello scorso consiglio dei ministri, è ora arrivata l’ufficialità sulle modifiche apportate in termini di candidabilità dei sindaci per i comuni fino a 15 mila abitanti. Il Consiglio del Ministri che si è riunito ieri sera, ha infatti dato il via libera al terzo mandato per i comuni dai 5000 ai 15 mila abitanti mentre, al di sotto dei 5 mila abitanti, sono stati eliminati i limiti. Ieri il consiglio dei ministri che ha approvato dunque le proposte legate alle elezioni per il Parlamento Europeo, per le Regionali, per le amministrative.

Era già nell’aria da tempo la scelta della data per lo svolgimento delle consultazioni ed ora è arrivata la conferma su giorni e ora dell’apertura dei seggi. Si vota nei giorni dell’8 e 9 giugno, ossia sabato dalle ore 14,00 alle ore 22,00 e domenica dalle ore 7,00 alle ore 23,00. Nel giorno in cui si svolgeranno le elezioni europee e negli stessi orari, i cittadini dei comuni che dovranno rinnovare i consigli comunali saranno chiamati dunque alle urne anche per le consultazioni amministrative. Negli stessi giorni, inoltre, si voterà anche per le regionali in Basilicata.

Nella stessa assise è stata anche trattata la tematica rimasta in sospeso sui mandati per i sindaci al di sotto dei 15 mila abitanti. Approvato dunque il decreto che consentirà la ricandidatura per i sindaci di tre comuni del Vallo di Diano che, senza la decisione del governo, non avrebbero potuto ricandidarsi. Stiamo parlando del sindaco di San Pietro al Tanagro Domenico Quaranta e del sindaco di Auletta Pietro Pessolano che, stanno per chiudere il terzo mandato da primi cittadini dei due comuni con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti. Fino a qualche settimana fa, non avrebbero potuto ricandidarsi alla carica di sindaco.

Ora invece, con la decisione dei Consiglio dei Ministri di eliminare il limite dei mandati, potranno nuovamente decidere di scendere in campo per la fascia tricolore come del resto potrà farlo anche alle prossime elezioni il sindaco di San Rufo Michele Marmo che, alle prossime elezioni, in caso di candidatura, scenderebbe in campo per il terzo mandato. A Sala Consilina, la decisione del Governo riapre nuovi scenari. Il sindaco Francesco Cavallone che, fino a qualche settimana fa sembrava essere fuori dai giochi avendo già ricoperto il ruolo da primo cittadino per due mandati, potrà decidere di ricandidarsi nuovamente per vestire la fascia tricolore.

Il consiglio dei ministri n.66 del 25 gennaio 2024, dunque, ha rimescolato le carte nei numerosi piccoli centri italiani ed anche salernitani, riaprendo a scenari nuovi anche nel Vallo di Diano e nel tanagro dove si voterà nei comuni di Auletta, Caggiano, Casalbuono, Sala Consilina, Salvitelle, San Pietro al Tanagro e San Rufo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here