Edilizia scolastica, 10 mln di euro nel Vallo di Diano per le scuole. Golfo di Policastro fondi solo a 2 comuni

0
12

{vimeo}249654609{/vimeo}

Quasi 10 milioni di euro per l’edilizia scolastica valdianese. È questo l’esito dell’approvazione della graduatoria dei progetti presentati dai diversi comuni valdianesi, e dai comuni confinanti del Tanagro, che è stata pubblicata nei giorni scorsi sul Burc della Regione Campania e che porterà quindi una pioggia di milioni per la riqualificazione, la messa in sicurezza e la ristrutturazione degli edifici scolastici di proprietà comunale.

La graduatoria ha visto vincitore posizionandosi al primo posto nel bando del piano triennale 2015/2017 di edilizia scolastica il comune di Sassano per la realizzazione di un nuovo polo scolastico materna ed elementare a Silla di Sassano per un finanziamento riconosciuto di 1 milione e 499 mila euro, ottenendo il punteggio di 88.

Ultimo nel Vallo di Diano per punteggio ma primo, sempre tra i comuni valdianesi, per un importo finanziato, il comune di Teggiano che si è visto riconoscere un finanziamento di 2 milioni e 500 mila euro per una serie di lavori destinati oltre che alla messa in sicurezza anche all’efficientamento energetico per la scuola media che sarà accorpata al plesso scolastico materne ed elementari di Teggiano capoluogo.

Tra Sassano e Teggiano tanti lavori e tanti milioni che arriveranno a Sanza beneficiario di 490 mila euro per la scuola elementare, Montesano sulla Marcellana che riceverà 1 milione e 500 mila euro per il polo scolastico di Montesano Scalo sede dell’istituto per il turismo, Casalbuono che riceverà la somma di quasi 500 mila euro per efficientamento energetico e ristrutturazione della scuola d’infanzia e primaria, ad Auletta arriveranno oltre 1 milione e 463 mila euro per la scuola media Don Bosco, a Sala Consilina i 330 mila euro ottenuti serviranno per la realizzazione di un refettorio presso la scuola si Sant’Antonio, e Caggiano che ha ottenuto 1 milione e 500 mila euro per interventi a supporto dell’attività didattica per l’istituto comprensivo.

Brutto risultato invece epr il Golfo di Policastro che vede comparire tra i beneficiari dei finanziamenti solo Caselle in Pittari con 985 mila euro e Torre Orsaia con 1 milione e 100 mila euro. Nessun altro progetto è stato presentato dalle varie amministrazioni comunali con unica esclusione il Comune di Santa Marina che ha presentato un progetto che è stato però escluso in quanto ritenuta la somma richiesta troppo alta rispetto ai lavori.

Va detto che si tratta di un programma di interventi il cui avviso è stato varato e pubblicato nell’aprile del 2015 con la Giunta regionale Caldoro e che da allora, oltre all’avvicendamento alla guida della regione si sono anche succeduti cambi alla guida dei comuni come nel caso di Sant’Arsenio che, pur avendo necessità di intervenire per la messa in sicurezza degli edifici, l’amministrazione Coiro non ha partecipato al bando, così come è giusto ricordare che, alcuni dei progetti finanziati, sono frutto di un lavoro delle precedenti amministrazioni.

Anna Maria Cava  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here