Domani a Sala Consilina l’inaugurazione del Centro di aggregazione socio – assistenziale “Pino Paladino”

0
266

Sarà intitolato all’avvocato Pino Paladino il centro di aggregazione per giovani e anziani in via Giocatori, ex sede della Croce Rossa, a Sala Consilina. Domani la cerimonia che avrà luogo presso l’immobile comunale che è stato oggetto di recenti interventi di ristrutturazione.

Pino Paladino è prematuramente scomparso l’11 agosto del 2013, all’età di 45 anni, mentre tentava di salvare delle persone in difficoltà nello specchio d’acqua antistante la spiaggia di località Saline a Palinuro. Il suo gesto eroico ha suscitato grande commozione nella sua comunità e in tutto il Vallo di Diano, dove era conosciuto come uno dei professionisti più stimati e tra i più attivi sostenitori del tribunale di Sala Consilina: sempre in prima linea nelle battaglie per il mantenimento del presidio di giustizia.

“L’intitolazione del Centro di Aggregazione Socio-Assistenziale – ha dichiarato il sindaco Francesco Cavallone – vuole essere un’attestazione per onorare la memoria di Pino Paladino, per non dimenticare il suo gesto e il sacrificio della sua vita per salvare la vita altrui. Un luogo destinato all’aggregazione e alla socialità rappresenta uno spazio entro il quale possano compiutamente trovare affermazione i valori che hanno caratterizzato il vissuto del compianto Pino Paladino, nobile d’animo e disposto sempre ad aiutare colleghi ed amici. Questa iniziativa ha lo scopo di riconoscergli la gratitudine di questa comunità per il suo esempio di vita, per la sua rettitudine e competenza professionale come stimato professionista sempre impegnato in prima persona per la tutela e l’onore della professione legale e per il suo ultimo, eroico, gesto”.

La cerimonia di inaugurazione sarà un momento per ricordare Pino Paladino, oltre che un’occasione per presentare alla comunità il nuovo Centro di Aggregazione Socio-Assistenziale, che si prefigge di promuovere l’inclusione sociale e di offrire servizi utili e di supporto sia ai giovani che agli anziani del territorio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here