DMO e Parco ecclesiale, la soddisfazione dell’assessore Pagliarulo

0
83

Il Vallo di Diano ha le potenzialità per essere un grande attrattore turistico indipendentemente dalle scelte e dai gusti dei viaggiatori. Storia e Cultura così come natura e paesaggio si intrecciano così come, nei giorni scorsi istituzione e chiesa si sono incontrati per un nuovo progetto che, attraverso le tante chiese e la loro ricca ed importante storia, potrà anche aiutare a far conoscere il Vallo di Diano come Destinazione Turistica, realizzando quel progetto inserito nel nuovo logo promozionale del territorio ossia “Vallo di Diano – rallenta ti portiamo lontano”.

Un progetto partito da lontano e che ha visto in prima linea l’assessore della Comunità Montana Vallo di Diano Antonio Pagliarulo che, sin dall’ottenimento dell’incarico da parte del presidente Cavallone, ha subito messo in atto una serie di iniziative volte alla valorizzazione e promozione del territorio in ogni sua peculiarità. Gastronomia, ambiente, centri storici, ma anche fede e tradizione, creando una rete per lo sviluppo. C’ha creduto Pagliarulo potendo anche contare sul supporto, sin dall’insediamento della nuova amministrazione comunitaria, dell’On. Corrado Matera che, ricoprendo il ruolo di Assessore al Turismo della Regione Campania ha contribuito nella realizzazione del progetto turistico.

Il nuovo tassello, arrivato con l’accordo sottoscritto nei giorni scorsi per la costituzione del Parco Culturale Ecclesiale in vista del Giubileo 2025, rappresenta un nuovo importante passo verso la condivisione di un progetto di sviluppo turistico così come è stato condiviso il progetto del Parco Ecclesiale che ha visto insieme Pagliarulo e Don Giuseppe Radesca, uniti verso lo stesso obiettivo.

“Ricordo benissimo – ha commentato Pagliarulo – il primo incontro con Don Giuseppe Radesca, Vicario diocesano, nel settembre scorso, quando iniziammo ad immaginare la costruzione di un percorso condiviso. Un piccolo tassello che contribuirà sicuramente a far continuare un lavoro teso a raggiungere quella visione comune che sta caratterizzando il nostro cammino. Le parole spese ieri da Sua Eccellenza il Vescovo Antonio De Luca, dalla direttrice dei Musei Campania Marta Ragozzino, dal mio Presidente Francesco Cavallone e da Gianpiero Perri ispiratore e guida per la costruzione della DMO Vallo di Diano, – continua – hanno cristallizzato in modo formidabile un’immagine di sviluppo sostenibile del nostro Vallo di Diano. Un sentimento di gratitudine anche a Corrado Matera che da assessore al turismo della regione Campania ha concorso a creare quegli strumenti che ci hanno consentito di iniziare le attività attraverso i finanziamenti destinati alle aree interne”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here