Distretto Sanitario, incontro Cavallone-Squillante: le posizioni restano invariate

0
10

{vimeo}110002889{/vimeo}

Il trasferimento del distretto sanitario 72 continua ad essere oggetto di discussione tra l’amministrazione comunale di Sala Consilina ed i vertici dell’ASL Salerno. Ieri nuovo round. Nella sede salernitana dell’ASL, una delegazione valdianese composta dal sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone, dal Presidente della Conferenza dei sindaci dell’ASL Sergio Annunziata, dal Presidente della conferenza dei sindaci del Distretto Sanitario Tommaso Pellegrino e dal direttore sanitario del distretto Giuseppe Di Fluri, ha incontrato il manager Squillante. Uno scambio di opinioni in merito alle sorti del distretto sanitario 72 che non ha escluso alcun tipo di proposta. “Il manager Squillante, infatti, riferisce il sindaco Cavallone, continua ad insistere sulla necessità dell’ASL di trasferire il distretto a Sant’Arsenio. Necessità che assolutamente non condividiamo, continua il sindaco, perchè non si riesce a capire come mai a parità di gratuità della sede di Sant’Arsenio e della sede dell’ex tribunale offerta dal comune di Sala Consilina, si continui ad insistere per andare via da Sala, minando così la baricentricità che il servizio prevede e che soprattutto si deve ai cittadini di comuni come Buonabitacolo, Casalbuono, etc, che verrebbero certamente penalizzati. Inoltre, continua Cavallone, se il manager Squillante ha nelle mani tutta la documentazione che gli permette di portare via il distretto da Sala, allocandolo nella struttura fatiscente dell’ex ospedale di Sant’Arsenio, lo invito a farlo. Ma fossi in lui aspetterei quanto meno la sentenza di primo grado che arriverà a gennaio del 2015”. L’incontro di ieri dunque non ha gettato alcuna base per nuove soluzioni ma non è escluso che la prossima settimana possano esserci nuovi tavoli di discussione e che possa convergere verso una risoluzione. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here