Dal Mef stop alla realizzazione del nuovo ospedale di Battipaglia. Sospiro di sollievo da Eboli

0
306

Fondi del PNRR da destinare alla realizzazione di un nuovo ospedale a Battipaglia che avrebbe dovuto inglobare anche l’Ospedale di Eboli con la paura dei cittadini ebolitani che, ciò, avrebbe comportato la chiusura definitiva del presidio Maria SS Addolorata. Il Ministero di Economia e Finanza, però, pare abbia bocciato l’ipotesi e, da Eboli, tirano un sospiro di sollievo.

Una lunga querelle, iniziata da diversi mesi e che ha visto la comunità di Eboli battersi a difesa del presidio ospedaliero che si teme va potesse essere chiuso al fine di centralizzare le attività sanitarie sul nuovo ospedale di Battipaglia. La realizzazione del nuovo edifico ospedaliero era stato deciso al fine di utilizzare risorse importanti che, nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, erano state destinate alla realizzazione di interventi antisismici sui presidi esistenti.

Oltre 23 milioni di euro che, anziché essere utilizzati sulla struttura già esistente dell’Ospedale Santa Maria della Speranza, dalla Direzione generale dell’ASL di Salerno, si era deciso di dirottare sulla realizzazione di un ospedale ex novo, sempre nel Comune di Battipaglia. Un ospedale che, essendo stato individuato dalla Regione Campania nell’ambito del Piano Ospedaliero DEA di I Livello con anche l’ospedale di Eboli, si temeva potesse essere realizzato a scapito del SS Addolorata.

Dubbi e timori che si sono ridotti ora, grazie all’intervento del MEF che, nell’analisi del programma del piano regionale di utilizzo di parte dei fondi assegnati dal PNRR, ha bocciato l’ipotesi di realizzazione del Santa Maria della Speranza 2.0. Una decisione che ha portato il sindaco di Eboli e quanti si battono per il mantenimento del presidio, a tirare un sospiro di sollievo, mentre, dall’altro lato, si è ora in affanno per cercare di non perdere l’assegnazione dei fondi che, si vocifera, potrebbe ora essere a rischio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here