Cultura, in agosto a Padula, Piaggine e San Rufo biblioteche al servizio delle comunità

0
7

{vimeo}356157533{/vimeo}

Le biblioteche riacquistano centralità nei piccoli comuni grazie a giovani e cittadini. Nelle ultime settimane si è spesso parlato del recupero di biblioteche grazie all’impegno di giovani e cittadini che hanno deciso di  dedicare il loro tempo o la loro attivi per il recupero di volumi storci o per realizzare un luogo culturale consentendo la riattivazione del servizio bibliotecario. Tre biblioteche aperte in questo mese di agosto.

La prima a Padula dove la Biblioteca Romano è stata restituita a nuova vita grazie ai giovani del Forum locale; a Piaggine dove il 10 agosto è stata inaugurata una biblioteca all’interno del Rifugio Cervati e, infine, il 19 agosto gli ospiti del Centro di accoglienza Casa dei Popoli di San Rufo, hanno riaperto la locale biblioteca comunale. Un mese di agosto di cultura quindi per le aree interne.

I primi a dare il via a questo impegno a favore dei libri i ragazzi del Forum dei Giovani di Padula, guidati da Annalisa Lagalla che, attraverso il progetto Casa della Cultura, hanno restituito alla fruibilità della comunità la storica biblioteca comunale Raffaele Romano. Grazie al supporto dell’amministrazione comunale che ha messo a disposizione la sede nella Certosa di San Lorenzo, i giovani del Forum, lavorando alacremente, sono riusciti a recuperare e catalogare numerosi volumi già parte della storica biblioteca, aggiungendone altri e puntando, con progetti correlati, ad ampliare ulteriormente la dotazione libraia. I ragazzi, con le loro sole forze, si sono inoltre occupati di creare un luogo tranquillo e adatto allo studio e per saziare la propria fame di cultura. Un esempio di come i giovani hanno bisogno soprattutto di chi crede in loro e nella loro voglia di mettersi al servizio del territorio.

Altra iniziativa si è sviluppata sulla cima del Monte Cervati dove, lo scorso 10 agosto, all’interno del Rifugio Cervati è stata inaugurata la Biblioteca Sabatino Landi, nell’ambito dell’evento Eleviamo la Cultura creando uno spazio dove poter leggere anche sulla vetta più alta della Campania.

L’ultima biblioteca riaperta alla fruibilità delle comunità locali è avvenuta a San Rufo, dove alcuni giovani richiedenti asilo e ospiti del Centro d’accoglienza  Casa dei Popoli, prima hanno fatto richiesta di poter usufruire della biblioteca comunale chiusa da circa un anno e, successivamente, hanno manifestato la volontà di poterla gestire prendendosi cura del luogo e manifestando la disponibilità a tenerla aperta. Così, dallo scorso 19 agosto, gli ospiti della Casa dei Popoli hanno restituito il luogo culturale ai cittadini sanrufesi

Anna Maria CAVA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here