Covid-19, esclusi contagi a Polla e Sapri. Denunciato figlio 50enne ricoverata a Polla

0
12

{vimeo}395687136{/vimeo}

Potrebbe trattarsi di broncopolmonite blaterale la patologia di cui è affetta la 50enne di Capaccio giunta a Polla martedì scorso dall’ospedale di Roccadaspide. I risultati giunti nella serata di ieri dal Cotugno di Napoli parlano di test negativo e nessun contagio da Coronavirus, confermando quanto già ipotizzato dai sanitari del Curto, ossia che i sintomi avvertiti dalla donna di febbre alta e fatica a respirare, fossero prevalentemente dovute ad altro tipo di patologia e non al Covid 19. Allarme rientrato, quindi, anche se, quanto accaduto presso il nosocomio pollese deve far riflettere sulla situazione di panico generale che si è creata.

Pare infatti che, all’arrivo della donna, i sanitari avevano cercato di far comprendere alla famiglia che, se i timori erano dovuti a contagio da Covid 19, era più opportuno il trasferimento presso l’ospedale di Eboli, dove è presente il reparto di malattie infettive e la rianimazione con isolamento quindi più attrezzati alla gestioni di emergenze da coronavirus, il figlio, pregiudicato, era andato in escandescenza, danneggiando anche la porta del pronto soccorso. Un comportamento che gli è costato la denuncia per danneggiamento di struttura pubblica. I sanitari di Polla, avevano da subito intuito che non poteva trattarsi di Coronavirus, diagnosticando invece una broncopolmonite bilaterale. Diagnosi poi confermata nella serata quando dal Cotugno di Napoli è giunto il risultato del tampone con esito negativo.

Pare nessun contagio da Coronavirus anche a Sapri, dove, nel pomeriggio di ieri, si era recata presso l’ospedale dell’Immacolata una donna a seguito svenimento e, manifestando una tosse sospetta, i sanitari avevano deciso di accoglierla nell’area di pre-triage per effettuare il tampone per verificare un eventuale contagio da coronavirus dato che, la donna, aveva dichiarato di aver avuto contatti con alcuni familiari provenienti dalla zona rossa del milanese. Viste le condizioni generali comunque buone della donna, i sanitari avevano disposto le dimissioni e la quarantena presso la loro abitazione per lei e il compagno. Anche in questo caso, comunque, sembrerebbe sclusa l’ipoteis di contagio da Covid 19.

Anna Maria CAVA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here