Contursi Terme, “Donne in Terme”: questa sera la presentazione del report sul progetto

0
15

contursi donne terme

Il primo anno di Donne in terme si presenta. Questo pomeriggio, venerdì 26 aprile, alle ore 18,30, presso l’aula consiliare del Comune di Contursi Terme, verranno presentati tutti i numeri relativi al progetto che l’ente comunale ha realizzato insieme ad altri quattro partner quali: Piano di zona di Eboli, la Cisl Terziario, il Consorzio del sistema turistico Sele-Tanagro, l’associazione Arcobaleno per sostenere il lavoro delle donne nell’area turistico-termale di Contursi e del Sele-Tanagro.

Donne a lavoro e bimbi nelle ludoteche è il percorso che si è nocciolato nel primo anno di attività. Durante il workshop organizzato sarà presentato il report di ciò che è stato organizzato nel primo anno.

Numeri ed attività che danno la dimensione dei bisogni di cura che vi sono e che si registrano in vari momenti dell’anno. Le associazioni che si occupano delle attività, poi, Sfera e Girotondo, presenteranno anche le attività per la prossima estate, a cui sono chiamate anche le stesse destinatarie del progetto, le mamme, perché quel programma possa essere condiviso ed integrato con le loro idee.

Ad aprire i lavori con i saluti il sindaco, Alfonso Forlenza, mentre l’assessore alle politiche sociali, Onofrio Forlenza, farà una disamina sulle attività. La Presidente della Commissione Pari opportunità, Delia Ricca, presenterà il report realizzato nell’ambito del progetto. Le presidenti delle associazioni che stanno curando i servizi per i bambini, Maria Concetta Viola per Sfera e Teresa Viola per Girotondo presenteranno le attività di questa estate. Modera Margherita Siani, giornalista e coordinatrice di Donne in Terme.
I numeri

Le destinatarie del progetto sono 67, mentre i bambini che partecipano sono 108, divisi tra 21 per la Ludoteca per l’infanzia (0-36 mesi); 37 bambini per la ludoteca (3-12 anni), 37 per il Centro estivo e 13 per il Centro estivo con vitto. I voucher utilizzabili sono 5004.

Altra attività di progetto è il Concilia Point, lo sportello per le donne lavoratrici: qui le lavoratrici o le donne in cerca di occupazione si sono avvicinate per tante info diverse, dalla compilazione dei curriculum, alle misure agevolative per la famiglie (permessi, congedi parentali), ma anche per la ricerca vera e propria di lavoro. Uno sportello, dunque, a servizio non solo di chi è impegnato in attività lavorative turistico-termali, ma anche di chi un lavoro vuole trovarlo. E questo ha evidenziato anche i tanti bisogni che ci sono sul territorio, una sorta di mappatura sulla quale i partner si sono impegnati a lavorare anche in futuro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here