Consac. Verso una definitiva risoluzione della crisi idrica

0
16

 {vimeo}247299727{/vimeo}

 Consac prevede progetti infrastrutturali per il miglioramento della rete idrica nel territorio salernitano. Il Consiglio di Amministrazione, presieduto da Gennaro Maione, ha in programma una serie di interventi che interesseranno il Cilento, il Golfo di Policastro e in parte il Vallo di Diano.

Nei progetti rientrano un pozzo a Camerota nella frazione di Licusati ed un pozzo a San Giovanni a Piro dei quali beneficerà una vasta area che interessa i centri di Torre Orsaia, Roccagloriosa, Camerota, San Giovanni a Piro, Celle di Bulgheria, Centola, Pisciotta e Ascea.

A questi interventi si aggiungono il pozzo a Sanza e i centri abitati di Caselle in Pittari, Morigerati, Sicilì, Santa Marina. Mentre a fine estate è entrato in funzione l’impianto di sollevamento di Capitello che ha alleviato gli effetti della scarsità idrica nei comuni di Santa Marina, Ispani e frazione San Cristoforo e Vibonati. Il Golfo di Policastro e in parte il Vallo di Diano hanno usufruito di miglioramenti dovuti a vari interventi di rifunzionalizzazione.

“Ci stiamo impegnando- così dice la Consac- nella realizzazione di interventi strategici che consentiranno di risolvere quasi del tutto il problema dell’approvvigionamento idrico a beneficio delle popolazioni del Cilento, del golfo di Policastro e di parte del Vallo di Diano”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here