Con “Il Sentiero” nasce il progetto Sveva: copricapo realizzati da donne migranti per le pazienti oncologiche

0
53

Si chiama “Progetto Sveva” il laboratorio di sartoria delle donne migranti messo in piedi dalla Cooperativa sociale Il Sentiero per realizzare turbanti e copricapo per pazienti oncologiche.

La presentazione dell’iniziativa si svolgerà domani, venerdì 15 dicembre, alle ore 18,30 presso l’Auditorium comunale “G. Amabile” a Sant’Arsenio.

Un evento che vedrà la partecipazione delle donne beneficiarie dei progetti Sai (Sistema di Accoglienza e Integrazione) protagoniste di un défilé durante il quale saranno presentati al pubblico i vari modelli di copricapo.

Progetto Sveva è dedicato alla memoria di Sveva Ferraioli, moglie di Geppino Parente, sindaco di Bellosguardo. “Abbiamo deciso di dedicarle questo laboratorio – spiegano i promotori – perché era una donna che con grande umanità era vicina alle storie delle famiglie migranti”.

Dopo i saluti del sindaco di Sant’Arsenio Donato Pica, del sindaco di Atena Lucana Luigi Vertucci e del presidente della Cooperativa sociale Il Sentiero Fiore Marotta, l’auditorium sarà animato da 25 donne che indosseranno i 5 modelli ideati: Caroline, Rebecca, Vivian, Samya, Jamila. I copricapo realizzati in jersey di cotone, bambù e viscosa saranno donati venerdì sera all’Associazione “Crescere in rosa”. Tutti i turbanti e i copricapo saranno periodicamente consegnati gratuitamente alle associazioni della provincia che si occupano di supportare la vita delle donne che affrontano una patologia oncologica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here