Comitato riattivazione Sicignano-Lagonegro: le proposte avanzate

0
175

Lo scorso 18 Gennaio si è concluso il Dibattito sulla tratta Romagnano- Praja a mare della linea AV  Salerno- Reggio Calabria, con la presentazione della relazione finale da parte del coordinatore del Dibattito Pubblico. Il progetto, che coinvolge 58 comuni della Basilicata meridionale, del Vallo di Diano ed Alburni, come previsto dall’ ordinanza n. 1 della Commissaria straordinaria, Vera Fiorani, deve essere approvato d’ intesa con i Presidenti delle Regioni territorialmente competenti: Basilicata e Campania.

Tutte le proposte avanzate dal Comitato per la  riattivazione della ferrovia Sicignano–Lagonegro, sono state approvate  dal  “Rapporto Pendolaria 2024”di Legambiente sul trasporto ferroviario nazionale e dal “Libro Bianco 2022 sulle opere  infrastrutturali prioritarie” di Unioncamere Campania, ma bocciate,completamente, dalla Relazione finale del coordinatore del  Dibattito Pubblico.

Le proposte per una nuova mobilità regionale, avanzate dal Comitato sono: la riapertura al traffico commerciale della linea turistica Sicignano-Lagonegro sospesa dal 1 Aprile 1987; l’ interconnessione della linea Sicignano-Lagonegro, nel comune di Polla, con la nuova tratta AV  Romagnano-Praja a Mare; un’ altra interconnessione, questa volta a Romagnano Sud, tra la linea AV/AC Salerno-Reggio Calabria e la linea Battipaglia-Potenza , per realizzare collegamenti diretti con treni regionali da e per Potenza-Lagonegro e con Treni turistici di TTI (Treni Turistici Italiani) da e per Paestum- Certosa di Padula- Matera-Metaponto, tutti siti UNESCO; interconnessione linea Sicignano-Lagonegro-Romagnano-Battipaglia e   Salerno-Napoli, con il costo del biglietto pari ad un quarto  rispetto a quello di un Treno Alta Velocità sullo stesso  percorso.

Altra proposta è la realizzazione della stazione AV ad Atena Lucana, per consentire coincidenze garantite e protette ai passeggeri che acquistano biglietti ferroviari cumulativi, ovvero biglietti per treno regionale o treno turistico più biglietto per treno alta velocità, consentendo, così, il rispetto della normativa europea.

Si attende, quindi, che i Presidenti della Campania e della Basilicata sottoscrivano l’ intesa per la realizzazione dell’ opera, previa accettazione delle proposte avanzate dal Comitato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here