Città Vallo, dopo 30 anni il progetto Comune unico può diventare realtà

0
8

{vimeo}111839118{/vimeo}

Ciò che fino a non molto tempo fa sembra irrealizzabile ed irraggiungibile, potrebbe a breve diventare realtà. La nascita di un’unica città che raccolga tutti i comuni del vallo di diano, potrebbe infatti non essere più un semplice progetto sulla carta realizzato per la prima volta 30 anni fa dall’Architetto Paolo Portoghesi, con il supporto del giovane Ottavio Di Brizzi, su mandato dell’indimenticato senatore Enrico Quaranta e di Gerardo Ritorto. Ieri a Napoli un passo che potrebbe a breve entrare nella storia per il via libero della 1^ commissione Permanente Affari Istituzionali della Regione Campania alla discussione in consiglio regionale per l’istituzione del Comune unico Vallo di Diano. La tenacia di Carmeo Bufano nel portare avanti il progetto e il sogno di Enrico Quaranta di vedere crescere sotto un’unica realtà il vasto territorio del Vallo di Diano, potrebbe a breve essere premiata. La discussione in consiglio regionale infatti, rappresenta l’ultimo step prima del più importante e definitivo passaggio che vedrà i cittadini esprimersi sulla proposta di legge. Alla seduta della commissione ieri, era presente anche l’on. Alberico Gambino che, nel conoscere l’ordine del giorni in discussione ha chiesto di essere delegato dal rappresentate di Fratelli d’Italia per partecipare ai lavori della Commissione proprio per poter presenziare alla discussione relativa al comune unico Vallo di Diano. L’On. Gambino, che ben conosce il territorio e le sue difficoltà, ha ritenuto l’iniziativa di unione di tutti i comuni, particolarmente importante e che può rappresentare la base per una futura crescita ed un necessario sviluppo. Nel corso della seduta, la commissione, oltre a dare il via libera per la discussione in consiglio regionale ha anche eletto come relatore per il gruppo di maggioranza proprio l’On. Alberico Gambino che, nei prossimi giorni sarà sul territorio per discutere del progetto con amministratori, associazioni e cittadini. I comuni interessati dalla proposta di legge sono: Atena Lucana, Buonabitacolo, Casalbuono, Montesano, Monte San Giacomo, Padula, Polla, Pertosa, Sala Consilina, Sant’Arsenio, San Pietro al Tanagro, San Rufo, Sanza, Sassano, Teggiano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here