Cicerone, attività formative pratiche per gli studenti dell’Agrario. Giovani a Moliterno e in Certosa

0
274

L’esperienza sul campo è una delle primarie fonti di crescita e di conoscenza che utilizza l’Istituto Cicerone ed in particolare gli indirizzi professionali nella formazione degli studenti che, al termine del percorso di studio avranno poi la possibilità o di proseguire il loro percorso di studio con l’università, oppure avviarsi al lavoro consapevoli di aver ottenuto le competenze necessarie per potersi mettere in gioco dal punto di vista professionale ed anche riuscire a dimostrare adeguate capacità.

Le ultime esperienze fuori dalle mura degli istituti, lo dimostrano, in particolare per gli studenti dell’IPSASR, quindi dell’Istituto Professionale per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale di Sala Consilina, che, insieme ai docenti, sono stati chiamati a dimostrare sul campo quanto appreso in aula e, nel contempo, ad essere protagonisti di lezioni pratiche capaci di regalare una formazione più consapevole. Negli ultimi giorni, in particolare, i ragazzi, nell’ambito dei PCTO avviati in collaborazione con l’Università della Basilicata, insieme al Prof. Francesco Ripullone, hanno svolto un’attività formativa presso l’Oasi Bosco Faggeto di Moliterno, in prov. di PZ. L’attività svolta ha riguardato in particolare una serie di rilievi dendrometrici della biomassa legnosa utilizzando la strumentazione in dotazione alla Sezione Agricoltura e Risorse Forestali dell’Istituto Cicerone.Un’attività formativa che ha anche consentito ai ragazzi di formarsi attraverso il confornto con professionisti riuscendo quindi a fare rete anche attraverso la collaborazione con Università ed enti di ricerca.

Altre importanti esperienze sul campo le stanno vivendo altri studenti dell’indirizzo IPSASR che, oltre a  sperimentare sul campo quanto appreso in aula, stanno anche ridando vita e valore agli storici orti della Certosa di San Lorenzo a Padula. I ragazzi, infatti, accompagnati e seguiti attentamente dai loro docenti, nei giorni scorsi hanno avviato un lavoro di recupero dell’orto storico appartenuto in passato alla Scuola di Avviamento Agraria fondata nel 1940. Quell’orto, che un tempo era stato luogo di formazione per tantissimi giovani dediti al settore agricolo che aveva creato ricchezza e attenzione per il comprensorio, torna dunque ad essere luogo di formazione per i giovani iscritti all’IPSASR. Una serie di iniziative avviate dall’istituto Agrario che riempiono di orgoglio e soddisfazione la dirigente scolastica Anonella Vairo che, da sempre, ha creduto nella formazione dei ragazzi studiando e dando valore al territorio e alle possibilità offerte nell’ambito dei vari settori economici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here