Carenza di personale, dalla Cisl Fp la richiesta di un incontro con politici e direzione dell’ospedale

0
98

Dalla Cisl FP l’invito alla politica del territorio di attivarsi per individuare soluzioni opportune al fine di salvare l’Ospedale Luigi Curto di Polla che da anni è in affanno a causa della carenza di personale. Nella giornata di ieri Il Segretario Aziendale Cisl Fp Vincenzina Crigiliano e i referenti del sindacato Antonio Cervone, Giuseppe Procaccio Gianfranco Climaco e Luigi D’Alessio, hanno annunciato ed inviato i sindaci ad un incontro che si terrà il prossimo 15 aprile presso la sala delle conferenze del presidio ospedaliero pollese.

Per i referenti del sindacato è necessario ricorreare ad un vero e proprio piano di assunzione simile al Piano Marshall in grado di rilanciare la sanità valdianese andando così ad assumere il personale necessario tra dirigenti medici, infermieri. ostetriche, tecnici di laboratorio, operatori socio sanitari ed amministrativi. Operazione che, consentirebbe di garantire la copertura i tutti i turni che, invece, al momento, non può essere garantita.

“L’ospedale di Polla – scrivono dalla CISL FP – è fondamentale per tutto il comprensorio  equindi si rende necessario e urgente, superare tutte le criticità e lavorare per il suo rilancio, al servizio dell’intera comunità Valdianese. Chiediamo atti concreti, assunzione di personale e investimenti: Un piano per il personale, così da alleggerire l’affanno dell’ospedale e restituire agli operatori la necessaria serenità”.

Sarà quindi questa la richiesta che i sindacalisti porteranno sul tavolo di discussione in occasione dell’incontro a cui sono stati chiamati a partecipare tutti i sindaci del territorio, i rappresentanti istituzionali e la direzione dell’ospedale. L’incontro è previsto per le ore 9,30 di sabato 15 aprile e sarà anche occasione per ricordare come, molto spesso, lavorando in affanno si creano, soprattutto nei pronto soccorso, situazione di esasperazione tra l’utenza che sfocia poi in atti violenti nei confronti dei sanitari.

“Nei Pronto Soccorso – scrivono dalla CISL FP – si assiste ad episodi di violenza verso quei pochi operatoriche garantiscono un servizio essenziale nonostante tutto, perché i cittadini sono esasperati dalle scarse e tardive risposte. Si torna a chiedere con forza l’immediata assunzione di tutto il personale necessario a garantire i servizi e a tal proposito “abbiamo convocato l’incontro con Amministratori Locali e Direzione di Presidio, in quanto riteniamo davvero fondamentale il contributo dei Sindaci e dei Rappresentanti Politici e Istituzionali del Territorio, per assicurare ai cittadini e quanti lavorano nel mondo della sanità, risposte concrete e proposte da offrire a chi è deputato alla scelta in materia, per migliorare i servizi di assistenza e garantire il diritto alla salute per tutti.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here