Capaccio Paestum, 4 aprile Giancarlo Guercio apre la rassegna sulla storia greca in Campania

0
11

{vimeo}326800642{/vimeo}

Sarà Giancarlo Guercio l’artista a cui sarà affidato il compito di aprire la rassegna dedicata alla storia greca e che si svolgerà tra Capaccio Paestum e Ascea dal titolo ALETHEIA per rivivere la storia e per ricercare la verità dell’origine greca della Campania.  Il progetto punta a divulgare e a far conoscere oltre che ad apprezzare e valorizzare la grecità del territorio cercando anche di approfondire ulteriormente la conoscenza della storia oltre che del pensiero filosofico. Giovedì 4 aprile evento inaugurale della rassegna che proseguirà fino al 6 aprile, che si aprirà presso il Parco Archeologico di Paestum con un incontro di presentazione alla presenza tra gli altri anche dell’assessore regionale al turismo Corrado Matera, oltre che del direttore Gabriel Zuchtriegel.

A seguire un servizio navetta trasferirà i partecipanti al Teatro Ariston di Paestum dove si terrà l’evento culturale e artistico che aprirà la tre giorni di concept consistente in incontri culturali durante il giorno e appuntamenti di teatro, musica e danza nella serata. Alle ore 18,30 sarà quindi Giancarlo Guercio protagonista della serata con una lezione spettacolo dal titolo La Verità che sarà rappresentato, oltre che dallo stesso Maestro Guercio anche da altri grandi interpreti capaci di suscitare le emozioni necessarie nel raccontare l’arte e la cultura greca. Uno spettacolo realizzato intorno ai testi di grandi filosofi come Eschilo, Sofocle, Euripide, Sartre e Pavese. Si tratta di uno spettacolo che cercherà di spiegare la Tragedia e il tragico anche dal punto di vista umanistico.

“L’evento di Paestum – dichiara il Maestro Giancarlo Guercio -   risponde a un preciso itinerario, intellettuale prima che artistico. Il tema è la Verità nella Tragedia: gli antichi greci – spiega Guercio presentando il suo spettacolo – avevano colto elementi importanti, fondamentali, del vivere comune. Noi li abbiamo voluti rintracciare e proporre in forma d’arte. Con me, in scena ci saranno bravissimi interpreti che rappresenteranno alcune scene tratte da tragedie classiche. Si tratta di un lavoro raffinato e di grande senso – dichiara in conclusione – che, spero, avvincerà il prestigioso pubblico che parteciperà alla rassegna”

Anna Maria CAVA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here