Campania, De Luca conferma la DAD e il blocco della mobilità interprovinciale

0
20

{vimeo}476245385{/vimeo}

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato ieri l’ordinanza n. 89 con cui vengono confermate, in relazione al nuovo DPCM, le misure adottate nelle settimane scorse sull’attività scolastica e sulla mobilità. Quindi da oggi, 6 novembre, fino al 14 novembre, resta la sospensione delle lezioni in presenza nelle scuole, dall’Infanzia alle Superiori, il blocco della mobilità interprovinciale già vigente e la fascia oraria tra le 6 e le 8,30 in cui è consentito fare jogging.

Per il resto valgono le prescrizioni contenute nell’ultimo DPCM che inquadra la Campania tra le zone gialle. Una condizione invisa al presidente De Luca.

“Rimango convinto – commentava ieri -  della necessità di misure nazionali unitarie a fronte di una diffusione sostanzialmente omogenea del contagio. Per quello che ci riguarda, sarebbe fuori luogo ogni atteggiamento di autoconsolazione e di rilassamento. La situazione è pesante. E si rischia ora un paradosso: che chi è in zona rossa o arancione fra un mese riapre tutte le attività, avendo frenato il contagio; e chi oggi chiude gli occhi, dovrà bloccare tutto nel periodo natalizio. Deve essere chiaro che da oggi in poi saranno decisivi i comportamenti dei concittadini. Invito i Sindaci a predisporre la chiusura dei lungomare e di parte dei centri storici nei fine settimana e invito a predisporre attività di controllo e di sanzione per chi, ancora oggi, gira senza mascherina. Sollecito il Governo a decidere misure immediate per i congedi parentali o i bonus baby-sitter. Per il resto, attendiamo di vedere e valutare le misure di ristoro economico annunciate”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here