Campagna controlli fitofarmaci: sequestri e sanzioni a San Gregorio Magno

0
184

Si è appena conclusa la campagna mensile di controlli sui Fitofarmaci organizzata dal Comando Regione Carabinieri Forestale “Campania” in raccordo con le ASL competenti, finalizzata ad individuare condotte irregolari nell’impiego dei prodotti fitosanitari in agricoltura, con possibili rischi all’ambiente, alla salute umana e alla buona pratica agricola. Tra le attività di particolare rilievo, in provincia di Salerno, a San Gregorio Magno i militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Buccino hanno riscontrato, in una ditta che commercializzava prodotti per l’agricoltura, la presenza di 21 confezioni di prodotti fitosanitari, detenuti in assenza dei previsti certificati di abilitazione all’acquisto e alla vendita. È stato fatto quindi un sequestro amministrativo e comminata la relativa sanzione che prevede un importo che va da 5 mila a 20 mila euro. La campagna di monitoraggio ha evidenziato che in Campania un’attività su quattro, tra quelle controllate, non è risultata in regola con la normativa vigente.

I controlli si sono concentrati sulla fase di stoccaggio dei prodotti fitosanitari, di esecuzione del trattamento con attenzione alle abilitazioni necessarie, alla documentazione richiesta per legge ed all’adeguatezza delle strumentazioni, oltre che alla fase successiva di smaltimento dei rifiuti prodotti. Particolare attenzione è stata rivolta alla tenuta del registro dei trattamenti, uno strumento necessario per avere conoscenza dei prodotti, delle quantità e della frequenza delle somministrazioni alle colture, che in diversi casi è risultato assente, non aggiornato o non correttamente compilato. Le attività controllate sono state 82 con 20 infrazioni contestate per € 82.000 di sanzioni e 3 soggetti deferiti all’autorità giudiziaria.

Altre attività di rilievo:

Sant’Anastasia (Na): il Nucleo Carabinieri Parco di San Sebastiano al Vesuvio ha sanzionato per un importo di € 30.000, un’attività di vendita di prodotti fitosanitari per immissione sul mercato di un prodotto fitosanitario in assenza delle autorizzazioni ministeriali. Marcianise (CE): il Nucleo Carabinieri Forestale di Marcianise (CE) ha accertato irregolarità presso un coltivatore di tabacco il quale non è stato in grado di esibire registro dei trattamenti e non è stata in grado di fornire alcun registro di carico e scarico dei rifiuti pericolosi, per tale violazione si è proceduto ad elevare sanzione di € 4.133,30. Benevento: Il Nucleo Carabinieri forestale di Benevento ha sanzionato per un importo pari ad € 6.666,66 una ditta per aver utilizzato un prodotto erbicida avente come principio attivo il glifosate acido puro, in assenza del certificato di abilitazione all’acquisto e all’impiego. Montella (AV): Militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Bagnoli Irpino (AV), hanno deferito il titolare di una impresa poiché presso la ditta avveniva lo stoccaggio di fitofarmaci con vecchi pittogrammi di pericolo, pertanto non utilizzabili e non commercializzabili, oltre l’anno 2017 e quindi considerati rifiuti pericolosi da smaltire in siti autorizzati. Si è proceduto, inoltre, a porre sotto sequestro i fitofarmaci.

L’impiego di fitofarmaci richiede attenzione e conoscenza dei rischi legati ad un uso improprio e la normativa di settore, aggiornata nel 2015, prevede che possano essere adoperati solo da soggetti muniti di specifica autorizzazione/abilitazione, essere impiegati mediante attrezzature periodicamente manutenute e con annotazione di ogni singolo trattamento su un apposito registro aziendale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here