Camerota, 72enne aggredito da un cinghiale: ferito al volto. Torna l’allarme e la paura

0
202

Il problema della presenza massiccia dei cinghiali diventa sempre più preoccupante anche alla luce dei recenti fatti che hanno visto vittima dell’aggressività degli ungulati, un contadino di Camerota che era impegnato a difendere il suo orto dai danni continui provocati dai cinghiali.

Da diversi anni, ormai, il tema è fortemente sentito in tutto il territorio nazionale e, nell’area del parco Nazionale Cilento Vallo di Diano e Alburni, è costantemente sottolineato anche per i notevoli danni che provocano alle coltivazioni e per la presenza degli ungulati sulle arterie non solo di montagna ma anche sulle principali strade cittadini che, diventano anche un pericolo per gli automobilisti. Quest’ultimo episodio aggrava il problema e fa temere anche per la vita delle persone. L’uomo infatti, era intendo a realizzare una recinzione finalizzata proprio a difendere il suo orto dall’aggressività dei cinghiali che sono soliti raggiungere i campi coltivati alla ricerca di cibo, devastando quanto trovano. Per evitare di perdere l’intero raccolto, l’uomo di 72enne di Lentiscosa, aveva quindi programmato di realizzare la recinzione e, nel mentre, pare sia stato raggiunto da un cinghiale all’interno del fondo agricolo che lo ha aggredito provocandogli diverse ferite. L’uomo, soccorso dai familiari e dai vicini è stato trasferito presso l’Ospedale di Sapri dove è stato curato dai sanitari per la frattura al naso.

Al 72enne, inoltre, sono stati applicati diversi punti di sutura ad uno zigomo. L’ennesimo caso di aggressione ai danni di persone da parte degli ungulati che diventa anche un urlo ad individuare soluzioni idonee a tutelare le comunità ormai in balia dei cinghiali e che, oltre a provocare danni economici ingenti, diventano anche un pericolo per l’incolumità delle persone. Nei mesi, infatti, sono state tante le denunce nell’area parco per la presenza massiccia degli animali selvatici che vagano in branco sull’intero territorio e raggiungono anche abitazione poste in centri affollati, dimostrando come, ormai i cinghiali non hanno paura dell’uomo e del caos.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here