Caggiano, PUC percettori Reddito cittadinanza. Cambiamenti: “Ad oggi ancora nessun progetto è stato approvato”

0
19

{vimeo}453251179{/vimeo}

Polemiche a Caggiano circa i progetti utili alla collettività (PUC) per i percettori del reddito di cittadinanza.  Ieri sera sulla pagina facebook ufficiale del Comune è apparsa la notizia relativa all’iniziativa. Dall’opposizione invece si sostiene che, da verifiche fatte, ad oggi risulta che nessun progetto sia stato approvato dalla Giunta comunale.

“Apprendiamo – spiegano dal gruppo Cambiamenti – di domenica sera, dalla pagina Facebook “Comune di Caggiano”, gestita dall’amministrazione comunale, che, nei giorni scorsi sono stati approvati i PUC”, senza alcuna pubblicazione sull’albo pretorio. Quindi – continuano – come gruppo consiliare ci siamo attivati questa mattina, quando gli uffici sono aperti, e non di domenica sera. L’ufficio preposto ci ha confermato ciò che pensavamo e cioè che ad oggi ancora nessun progetto è stato approvato dalla Giunta Comunale. Siamo contenti di questa iniziativa, visto che è stata proposta e protocollata la scorsa settimana dal nostro gruppo, ma a quanto pare basta un post per approvare una delibera di giunta. Intanto, riteniamo che ciò che è stato scritto sulla pagina ufficiale del comune vada sicuramente corretto. Non mettiamo in dubbio il lavoro degli uffici, ma l’approvazione della delibera. Ribadiamo la nostra disponibilità a collaborare per la crescita del nostro paese, continuando il nostro lavoro di proposta e controllo, anche se a volte alle nostre sollecitazioni non riceviamo risposta”.

Effettivamente, ad oggi, non risultano delibere dedicate sull’albo pretorio. Il Comune di Caggiano invece ieri sera con un post sui social garantiva l’approvazione di tre progetti “finalizzati – scrivono – a mantenere alti i livelli dei servizi offerti ai cittadini e all’utenza turistica, attraverso il potenziamento di una serie di attività esistenti che necessitano di risorse umane. Il Comune di Caggiano intende utilizzare i PUC per ampliare i servizi di accoglienza turistica nei siti di interesse storico-artistico e culturale, per ottimizzare i servizi connessi agli archivi comunali e di attività di front-office, oltre a formire un valido supporto all’assistenza agli anziani e al controllo in prossimità degli edifici scolastici”.

Rosa ROMANO

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here