Buonabitacolo, il sindaco Rinaldi interviene sulla vicenda relativa alle antenne telefoniche .

0
19

Si è tenuta ieri a Buonabitacolo la III giornata diocesana per la Custodia del Creato. Nel corso dell’incontro , il sindaco Elia Rinaldi ha ringraziato il vescovo Mons. Antonio De Luca per la sensibilità mostrata nei confronti della comunità di Buonabitacolo, da tempo particolarmente preoccupata per la questione delle antenne che le compagnie telefoniche intendono installare in località Pennino e per la ormai atavica vicenda dell’azienda Intergras, lo stabilimento all’ingresso del paese noto per l’emissione di cattivi odori.Inoltre, Rinaldi ha ricordato che “il dovere di un sindaco è quello di difendere la salute dei suoi concittadini, ma a volte gli interessi di alcuni vanno palesemente contro questo diritto, sancito anche dalla costituzione. Nel nostro caso – ha precisato il primo cittadino – la difesa del proprio territorio e della salute si scontra con una legge nazionale che riconosce alle compagnie telefoniche di installare le antenne in quanto considerate pubblico servizio”. Nel corso dell’incontro avuto recentemente con i responsabili delle aziende telefoniche l’amministrazione comunale è stata accusata di essere contro il progresso. “A questa accusa – ha riferito il sindaco – abbiamo replicato smentendo nel modo più assoluto una tale assurdità. non siamo affatto contro il progresso, sappiamo che le tecnologie sono utili, ma siamo anche convinti che il progresso debba assolutamente tener conto del principio di precauzione. per questo abbiamo prospettato alle compagnie telefoniche delle soluzione alternative che, a nostro avviso, tenessero conto di questo sacrosanto principio”. Naturalmente, l’amministrazione guidata da Rinaldi auspica che le aziende accolgano le loro proposte, al fine di tutelare la salute dei cittadini e di garantire allo stesso tempo l’accesso alle moderne tecnologie. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here