Benzina, nuova ondata di rialzi. Codacons: “Governo congeli subito accise”

0
79

Non ci sono buone notizie per gli automobilisti, c’è una nuova ondata di rialzi per i prezzi dei carburanti. E gli aumenti fuori controllo si tramutano in una stangata ormai quotidiana.

Interviene il Codacons. “Il Governo non ha più scuse e deve subito intervenire sulle accise che gravano sui carburanti, in modo da contenere i rialzi dei prezzi alla pompa”. È quanto chiede l’associazione dei consumatori dopo l’allarme sui nuovi aumenti dei listini e sulla possibilità di carenze nelle forniture di benzina e gasolio.

“Lo Stato – spiega il presidente Carlo Rienzi – si sta arricchendo grazie alla corsa senza sosta dei prezzi dei carburanti, rincari che rischiano di aggravarsi nei prossimi giorni come conseguenza dell’andamento del petrolio e delle basse scorte. Un gioco al massacro sulla pelle dei consumatori, che subiscono due volte questa grave situazione: la prima attraverso un incremento dei costi di rifornimento, la seconda attraverso un aumento dei prezzi dei prodotti trasportati, che risentono in modo diretto dell’andamento dei carburanti. Gli introiti stellari derivanti dalla tassazione su benzina e gasolio possono rappresentare, in questa situazione, una forma di appropriazione indebita: per questo chiediamo al Governo di intervenire subito congelando le accise, in modo da ottenere un effetto calmierante su tutti i prezzi al dettaglio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here