BCC, la BCE elogia il ruolo del Credito Cooperativo. De Luca di BCC Buonabitacolo: ” Siamo differenti”

0
12

{vimeo}110571521{/vimeo}

I Risultati dello stress Test condotto dalla Banca Centrale Europea non sono stati molto favorevoli per le banche italiane, così come riportato dai maggiori quotidiani nazionali, tanto da far partire il batti e ribatti polemico tra Italia ed Europa. A tenere alto il nome degli istituti di credito italiani ci pensa il sistema credito cooperati che la stessa Banca Centrale Europea ne ha confermato non soltanto la solidità ma anche l’importanza e l’attualità delle BCC sul territorio, elogiandone il lavoro ed evidenziando gli ottimi risultati. Comprensibile quindi la soddisfazione del presidente di Federcasse, associazione nazionale delle Banche di Credito Cooperativo Alessandro Azzi che ha sottolineato come il risultato raggiunto dimostra come, soprattutto in situazioni economiche avverse, il principio base delle BCC in quanto banche mutualistiche e di comunità riescano a meglio soddisfare ed essere al servizio dell’economia reale. Anche Giulio Magagni, presidente di ICCREA ha voluto esprimere la piena soddisfazione per l’esito delle valutazioni che conferma la solidità del Gruppo bancario Iccrea stimolando ulteriormente verso un maggiore impegno del Gruppo anche a favore di tutto il sistema BCC. “E’ certo il riconoscimento di ciò che noi diciamo da anni – ha affermato il direttore generale della BCC di Buonabitacolo Angelo De Luca– le nostre sono banche differenti. Questo non è uno slogan ma la semplice costatazione che il lavoro che ogni giorno facciamo a favore dell’economia reale, al fianco della piccola impresa, delle famiglie, dei giovani studenti, dei pensionati, degli agricoltori è fondamentale per l’economia del nostro Paese. A noi poco interessa la finanza, piuttosto interessa la serenità e la qualità della vita dei cittadini che vivono sui nostri territori di competenza – aggiunge de Luca – è certo un modo diverso di fare banca, un modo efficace ed originale che sono certo farà ripensare anche a livello europeo il sistema della finanza con nuovo assetto regolamentare e di supervisione bancaria a livello europeo” conclude De Luca. Una grande banca dunque la BCC, con tutte le competenze, professionalità, esperienze di un grande gruppo coniugate però alla territorialità, dove vale la conoscenza delle persone, delle loro storie, delle loro vite e dei loro progetti, insomma, l’unica vera banca vicina ai cittadini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here