Av/Ac SA-RC, la stazione nel Vallo di Diano c’è. Progetto al CNLP per il via al dibattito pubblico

0
402

Il Vallo di Diano avrà la sua stazione. A confermare l’indiscrezione la testata giornalistica web Vallo Più che pubblica anche alcune immagini fotografiche che anticipano il progetto relativo proprio alla infrastruttura e come dovrebbe essere dunque realizzata. Sembra quindi ormai certo e definito che sulla tratta ferrata di Alta Velocità/Alta Capacità che attraverserà il Vallo di Diano, ci sarà una stazione, utile infrastruttura sia per ciò che riguarda un rilancio turistico complessivo del territorio e per agevolare magari anche un ripopolamento dell’area, ma anche per migliorare l’economia trattandosi di alta capacità che dovrebbe, pertanto, facilitare il trasporto merci.

La sospensione per ben due volte del dibattito pubblico per il lotto 1b Romagnano-Fermata intermedia e del lotto 1c Fermata intermedia – Praia, tra la fine del 2022 e l’inizio del 2023, aveva creato un senso di disillusione in merito alla realizzazione della Linea di Alta Velocità. Ora invece, attraverso la pubblicazione delle immagini anticipate dalla testata web Vallo Più, confermando la realizzazione della stazione a Buonabitacolo seppur in un’area più a nord rispetto a quella inizialmente ipotizzata, fa tirare un sospiro di sollievo. La scelta dell’ubicazione della stazione, effettuata dai tecnici di Rete Ferroviaria Italiana, sulla base di un progetto realizzato diversi anni fa alla ricerca di un percorso capace di garantire la riduzione dei tempi di collegamento tra Roma e Reggio Calabria, viene quindi confermata nel Vallo di Diano che può esultare per l’importate infrastruttura che dovrebbe essere realizzata entro e non oltre il 2030.

Il progetto è ora nuovamente nelle mani del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici che, lo scorso settembre, a pochi giorni dall’avvio del dibattito pubblico per la realizzazione del lotto Romagnano-Buonabitacolo, aveva ordinato la sospensione dello stesso richiedendo ulteriori approfondimenti, ai tecnici di RFI sul tratto. Una sospensione confermata poi il 19 gennaio scorso. Da allora nessuna notizia si era più diffusa in merito al prosieguo del progetto. L’arrivo sul tavolo del comitato speciale del consiglio dei lavori pubblici, del progetto come realizzato sulla base esclusivamente di appurati studi tecnici, che presenterebbe anche le immagini della futura stazione nel Vallo di Diano, confermano quindi la realizzazione dell’opera nel comprensorio. Una decisione che, seppur totalmente dipendente dall’altro e da enti nazionali ed europei, apporterà notevoli benefici all’intero territorio del Vallo di Diano che, per una volta, anziché patire per decisioni assunte dall’alto, potrà invece godere dei frutti che altri hanno assunto per il territorio e che porteranno enormi vantaggi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here