Atti persecutori o violenza domestica, la Questura punta sugli ammonimenti: 55 da inizio anno

0
66

Dall’inizio di quest’anno, sono 55 gli ammonimenti adottati dal questore di Salerno per atti persecutori o violenza domestica.

L’allarme sociale destato da quotidiani episodi riconducibili al fenomeno della violenza di genere intesa come la violenza psicologica, fisica, sessuale, economica, perpetrata nei confronti delle donne, ha accresciuto l’attenzione rivolta al contrasto di tale complesso fenomeno criminale e alla necessaria tutela delle vittime. A tal scopo oltre agli interventi di natura legislativa, come il c.d. “Codice Rosso” che ha dato un’accelerazione alle indagini, sono state perfezionate le procedure del “pronto intervento” degli operatori della Polizia di Stato ma soprattutto si è consolidato il ricorso a importanti strumenti di prevenzione, come gli ammonimenti di esclusiva competenza del Questore quali l’ammonimento per il reato di atti persecutori e l’ammonimento per violenza domestica.

Nel 2023 sono stati sono 55 quelli adottati dal questore di Salerno:  31 sono per atti persecutori e 24 per violenza domestica. Inoltre a 5 ammoniti per violenza domestica, nel primo trimestre del 2023, sono state sospese le patenti dalla Prefettura dopo una valutazione dei fatti e del contesto lavorativo e familiare. Particolare attenzione è dedicata dal questore Giancarlo Conticchio al contrasto alla violenza di genere, intesa come violenza psicologica, fisica, sessuale, economica.

Il Questore, con l’ammonimento, diffida lo stalker o il maltrattante dalla commissione di ulteriori atti di molestia o di violenza domestica e, contestualmente, adotta non soltanto misure che attengono alla detenzione di armi e munizioni ma, nei casi di adozione del provvedimento monitorio per violenza domestica, può richiedere al Prefetto l’applicazione della misura della sospensione della patente di guida per un periodo da uno a tre mesi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here