Atena Lucana, fino al 27 aprile gli studenti dell’ISIA impegnati nella residenza artistica. Venerdì 26 il talk di Mario Cresci

0
288

Sono giunti sabato scorso gli allievi dell’Isia di Urbino per un nuovo stage formativo ad Atena Lucana nell’ambito del progetto Archivio Atena che, quest’anno, mette a disposizione degli studenti e delle studentesse, nel corso della settimana di residenza artistica, due esperti docenti e fotografi come Luca Capuano e Mario Cresci. Il tema su cui i ragazzi saranno chiamati a realizzare il loro lavoro nel corso di questa settimana di permanenza ad Atena Lucana è “La Festa”.

Attraverso l’iniziativa portata avanti dall’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Luigi Vertucci, dunque, il piccolo centro valdianese, fino al prossimo 27 aprile, sarà residenza universitaria dove gli studenti dell’Istituto Superiore di Industria Artisitca, potranno mettersi alla prova e, allo stesso tempo, riuscire a tirare fuori il meglio del borgo antico, della sua storia e delle tradizioni locali. Dopo la presentazione avvenuta lo scorso 21 aprile, venerdì 26 aprile si terrà, presso l’aula consiliare del comune, l’importante appuntamento con protagonista Mario Cresci con il suo talk Intorno Segni Migranti. In quella occasione saranno presentati in anteprima gli esiti dei lavori delle studentesse e studenti dell’ISIA la cui mostra si terrà a settembre. Il progetto “Archivio Atena” del Comune di Atena Lucana ha come obiettivo la costruzione di un archivio di comunità finalizzato a censire e promuovere il patrimonio culturale locale. L’archivio di comunità si struttura attraverso la raccolta e digitalizzazione di fotografie e documenti, l’esecuzione di campagne fotografiche, la registrazione audio-visiva di racconti con la finalità di costituire più censimenti.

Archivio Atena ha tre linee di azione principali attorno alle quali si sviluppano i progetti specifici: la formazione, il censimento, le residenze artistiche e di studio. Gli studenti dell’ISIA lavoreranno sul tema della festa come elemento in grado di attivare una serie di meccanismi che tengono insieme le persone. Sebbene ogni azione venga compiuta individualmente, nel senso che ognuno si impegna nelle attività che sceglie o che gli vengono assegnate, la festa crea momenti eccezionali che si distinguono nella quotidianità dell’individuo e che distinguono, di riflesso, una comunità. Come restituzione delle attività della residenza ISIA, gli studenti produrranno una ricerca che approfondirà il tema della festa nelle sue declinazioni e complessità grazie ad un approccio interdisciplinare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here