Agropoli, incidente in loc. Mattina: si ribalta trattore e muore un 64enne

0
202

Un trattore si ribalta e, con il suo peso, provoca la morte di un 64enne. È accaduto nel pomeriggio di ieri ad Agropoli in località Mattine dove ha perso la vita un imprenditore Antonio Tamasco, titolare di un’azienda bufalina.

Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri della locale Compagnia anche per verificare se vi siano responsabilità attribuibili a terzi. Secondo quanto ricostruito pare che l’uomo, insieme ad un operaio, si stava occupando di ripulire la strada che conduce alla sua abitazione, avvalendosi di un trattore per la rimozione della vegetazione spontanea. Pare che, nel corso delle operazioni di pulizia, il mezzo si sia ribaltato schiacciando il 64enne che è rimasto bloccato sotto al mezzo agricolo.

Immediati gli interventi di soccorso con i sanitari del 118 che hanno raggiunto in breve il luogo dell’incidente, insieme ai carabinieri ed ai Vigili del Fuoco del Distaccamento di Agropoli per cercare di salvare la vita all’uomo, tanto da aver allertato anche l’elisoccorso al fine di poter provvedere con maggiore celerità al trasferimento in ospedale. Purtroppo però, le gravi condizioni dell’uomo non hanno consentito ai sanitari, nonostante i tentativi, di salvargli la vita con il decesso accertato sul luogo dell’incidente.

Sotto choc invece l’operaio che, nel momento dell’incidente, stava lavorando insieme al 64enne alla rimozione della vegetazione spontanea, tanto che, nel corso delle operazioni è stato colto da malore e per lui si è reso necessario il trasferimento presso l’ospedale San Luca di Vallo della Lucania. Restano ora da chiarire le dinamiche di quanto accaduto con i carabinieri che stanno indagando sull’accaduto anche a seguito dei rilievi effettuati sul posto, al fine di capire se la tragedia poteva essere evitata. Sul salma il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania ha disposto un esame esterno per individuare l’esatta causa del decesso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here