Agricoltura biologica. Dal MeetUp Vallo di Diano nuovo allarme glifosato

0
8

{vimeo}295141946{/vimeo}

Dal gruppo MeetUp Vallo di Diano la proposta di adottare misure di sensibilizzazione e repressione dell’uso di fertilizzanti a base di glifosato. Giuseppe Di Giuseppe, attivista del gruppo MeetUp amici di Beppe Grillo nei giorni scorsi ha inviato una lettera al presidente del Parco Nazionale Cilento Vallo di Diano e Alburni e per conoscenza anche al presidente della Comunità Montana Vallo di Diano al Minsitro della Salute. Nella lettera Di Giuseppe riporta gli ultimi dati relativi all’uso del Gifosato in agricoltura come fertilizzante e pesticida, nonostante sia stato in passato accertato l’impatto negativo che lo stesso provoca sia all’ambiente che all’essereo umano potenzialmente soggetto ad una modifica del DNA e ricorda come dei fondi destinati all’agricoltura solo il 2,9% sono destinati all’agricoltura biologica, lasciando i produttori senza protezione dato che il glifosato si disperde nell’ambiente con il rischio di compromettere le coltivazioni biologiche. Da qui la lettera degli attivisti Meet Up in cui, insieme ai preoccupanti dati, ed elogiando l’iniziativa adottata lo scorso anno sempre dall’ente Parco di bandire l’uso del glifosato, ha anche presentato la sua proposta chiedendo all’ente di dar seguito ad iniziative volte a frenarne la diffusione. “Chiediamo al presidente del Parco- scrive Giuseppe Di Giuseppe – di promuovere una campagna di screening con un esame delle urine su un campione di popolazione per accertare la presenza di glifosato e ad avviare una campagna di sensibilizzazione per l’acquisto e il consumo di prodotti agroalimentari locali”. Il presidente del Parco Tommaso Pellegrino si dice favorevole alla proposta del gruppo e annuncia anche di essere pronto ad avviare un confronto con gli attivisti per discutere dell’argomento e pensare insieme ad una campagna di monitoraggio con il coinvolgendo anche altri Enti e dell’Asl, previa verifica della fattibilità  e dell’efficacia dello screening.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here