Abbandoni rifiuti. Disposti interventi di pulizia a Sala Consilina e Sant’Arsenio

0
8

{vimeo}295136998{/vimeo}

Ancora problema rifiuti nel Vallo di Diano. A Sala Consilina cittadini segnalano lo scempio dei sottopassi autostradali. Intanto a Sant’Arsenio l’Amministrazione Pica da il via ad operazioni di pulizia delle aree. Cittadini esasperati a Sala Consilina hanno documentato e segnalato la trasformazione in discarica dei sottopassi della A2 del Mediterraneo in barba al servizio di raccolta porta a porta comodo ed efficiente che consente ai cittadini di depositare i propri rifiuti, anche ingombranti, davanti casa per il quotidiano recupero da parte degli addetti.

Meglio trasportare, fino a Loc. Sant’Agata, frigoriferi e congelatori bottiglie e buste di plastica, vetro, materiale edile di risulta, materassi, sanitari rotti, pneumatici di diverse dimensioni, materiale elettrico e dulcis in fundo, le immancabili lastre di eternit. Il tutto lasciato poco distante da terreni coltivati che si rischia di contaminare con i rifiuti visto che, vicino ai sottopassi, sono anche presenti corsi d’acqua. La situazione non cambia di molto se ci si allontana dai sottopassi. Lungo le aree che costeggiano l’autostrada si notano buste di spazzatura abbandonate nel verde forse lanciati dai finestrini da chi percorre l’A2.  Uno scempio che provoca grave danno all’ambiente  compromettendo anche la salute di tutti. Da qui la segnalazione dei cittadini che chiedono adeguate misure di contrasto e di bonifica delle aree.

Come accaduto a Sant’Arsenio dove l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Donato Pica e il comando di Polizia Municipale ha disposto un intervento straordinario di rimozione rifiuti illecitamente abbandonati su suolo pubblico in zone rurali e periferiche effettuato nella giornata di sabato da personale dell’ Ufficio Servizi e Manutenzione. In poco tempo si è rimosso un intero camion di rifiuti per lo più solidi urbani non pericolosi e ingombranti come sacchi in polietilene nero, colmi di ogni genere di rifiuti seppur non più a norma, in alcuni casi peraltro anche differenziati con bottiglie in plastica e vetro.

Gli addetti hanno rinvenuto anche pneumatici, piccoliu elettrodomestici a cui si è aggiunta una simpatica statua in cemento di un puffo. L’intervento. Che rientra tra le diverse iniziative programmate a salvaguardia dell’ambiente volute dal sindaco Donato Pica ha interessato anche alcune isole di territorio ricomprese nei comuni di Teggiano e San Rufo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here