A Lagonegro domani la quarta udienza del processo Shamar, il sit-in di RESTA – Vallo di Diano

0
114

Un presidio davanti al tribunale di Lagonegro, domani, giovedì 15 giugno quando si tiene la quarta udienza del processo Shamar su presunti smaltimenti illeciti di rifiuti nel Vallo di Diano

È l’appello che arriva dal comitato RESTA – Vallo di Diano.

“Dopo aver consegnato personalmente gli inviti ai nostri ospiti più graditi – scrivono – non possiamo non estenderlo a tutta la cittadinanza che invitiamo a partecipare alla quarta udienza del processo Shamar ricordando che i fatti oggetto del processo in questione hanno preso il via con l’operazione Shamar nell’aprile del 2021.  All’esito delle indagini – sottolineano – la Procura ha dunque disposto il rinvio a giudizio per 7 persone residenti nel Vallo di Diano, all’udienza del 9 febbraio i comuni di Atena Lucana, Sant’ Arsenio e Legambiente Campania sono stati ammessi nel processo come parti civili, pienamente legittimate ad avanzare le loro richieste risarcitorie per i danni patiti, patrimoniali e non. Abbiamo più volte evidenziato l’assenza ingiustificata delle altre istituzioni territoriali. L’udienza del 16 marzo ha fornito i risultati dei due prelievi effettuati nei terreni coinvolti che attestano una concentrazione di idrocarburi pari a 8000 mcg/kg, nonostante il limite massimo per le zone ad alta densità industriale debba essere di 250 mcg/kg”.

“Le infiltrazioni mafiose che interessano il nostro territorio – dicono infine – si contrastano con l’impiego dei corretti strumenti legali e giudiziari, ma il primo e necessario deterrente rimane il risveglio delle coscienze, l’interesse vigile di una comunità che antepone il bene comune alla sopraffazione e ai ruoli di potere, contrastando, in tutte le sedi, la criminalità organizzata e i suoi conniventi. Il silenzio e l’assenza spesso sono sintomatici di condizioni di compromissione di valori relativi alla pacifica convivenza sociale e al vivere democratico. A noi tutti che in questa terrà ci siamo nati o abbiamo scelto di viverci, quello che interessa, più d’ogni altra cosa, è la verità”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here