Vallo della Lucania, Diocesi in festa per l’insediamento del vescovo Calvosa

0
191

Diocesi di Vallo della Lucania in festa per l’insediamento ufficiale del nuovo Vescovo Mons. Vincenzo Calvosa che, nelle scorse settimane ha ricevuto il rito dell’ordinazione episcopale con l’incarico di guidare la diocesi di Vallo della Lucania dopo la partenza di Mons. Miniero.

Sabato scorso, Mons. Calvosa, accolto dal calore di una piazza Vittorio Emanuele gremita di fedeli. Nel pomeriggio di Sabato scorso 24 giugno, Mons. Calvosa, proveniente dalla Diocesi di Cassano sullo Jonio, ha raggiunto la Cattedrale di San Pantaleone da dove è poi partito il corteo diretto in Piazza Vittorio Emanuele dove Autorità Civili e militari, insieme ad una grande folla, ha partecipato alla celebrazione della Santa Messa che ha segnato proprio l’inizio del cammino alla guida della diocesi vallese per Mons. Vincenzo Calvosa.

Non è stato però il primo momento ed il primo impegno nel giorno del suo insediamento per il nuovo Vescovo della diocesi Vallese. Già nella mattinata di ieri, un primo appuntamento che lo ha visto incontrare i pazienti ricoverati presso l’Ospedale San Luca dove si è recato nella mattinata, soffermandosi in particolare presso il reparto di pediatria per un abbraccio ai piccoli malati. Nel pomeriggio il rito ufficiale del suo insediamento con l’arrivo presso la Cattedrale e poi la Santa Messa celebrata in Piazza Vittorio Emanuele per consentire a tutto il popolo diocesano presente all’evento di presenziare alla celebrazione a cui era presente, nelle vesti di Concelebrante, anche il Vescovo uscente Mons. Ciro Miniero a cui è stato affidato l’incarico di Arcivescovo di Taranto.

Parte così tra l’abbraccio caloroso dei fedeli il nuovo cammino alla guida della Diocesi di Vallo della Lucania per Mons. Vincenzo Calvosa che ha sottolineato come, nel suo ministero, faccia tesoro degli insegnamenti e del cammino di San Giovanni Battista, la cui festività ricorreva proprio sabato 24 giorno del suo insediamento, “perché so – ha riferito – di non essere il messia, il salvatore di nessuno. So che non posso, non devo, non voglio orientare le persone a me ma sono stato chiamato per fare alleare gli uomini e le donne a Gesù Cristo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here