Salernitana super contro il Benevento ma c’è il caso Donnarumma

0
11

{vimeo}186390484{/vimeo}

Una vittoria che ha una valore doppio per la Salernitana. Contro il Benevento la squadra di Sannino he messo in campo una prestazione super con i tifosi che al triplice fischio non hanno potuto fare altro che gioire per performance di Rosina e compagni. Partita dominata per larghi tratti, tattica impeccabile con Sannino sugli scudi capace di non sbagliare nemmeno una mossa nello scontro contro gli stregoni. Il tecnico di Ottaviano si coccola Luiz Felipe Marchi, il 19enne brasiliano che non ha fatto rimpiangere le assenze al centro della difesa ma anzi con il gol ha coronato una prestazione super (e già qualcuno si auspica che possa essere titolare al posto di Schiavi anche nei prossimi impegni). Tuttavia, la gara contro il Benevento porta con se una scia negativa: si chiama Alfredo Donnarumma. Il giocatore ex Teramo non sta affatto brillando in questo inizio di stagione e l’esclusione contro gli stregoni con l’attacco affidato alla coppia Rosina-Coda ha aperto una riflessione tecnico-tattica. Il tridente Rosina-Coda-Donnarumma sbliancia troppo la squadra che invece domenica pomeriggio ha trovato una equilibrio e una solidità con un uomo di solidità, corsa e sacrificio in più in mediana e avvicinare Rosina all’area di rigore dove può essere più letale. A farne le spese è Donnarumma, trattenuto la scorsa estate dalla società nonostante fossero piovute offerte a dir poco allettanti, lasciato dal tecnico in panchina per tutta la sfida. Sannino nella sua analisi ha capito che in questo momento la Salernitana non può permettersi di mettere in campo i “tre tenori” ma non è da escludere che tutto possa essere continuamente valutato di partita in partita. Donnarumma è un patrimonio della società e può tornare utile in qualsiasi momento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here