Polla, Giuliano rassicura: “I profughi non rappresentano un rischio per la salute”

0
23

{vimeo}110002890{/vimeo}

“Voglio assolutamente rassicurare i cittadini di Polla sul fatto che non c’è nessun caso di Ebola tra i profughi dell’Eritrea che qualche giorno fa sono giunti nella sede dell’ex distretto sanitario di via Annia e che io stesso mi sono recato in ospedale per avere chiarimenti sullo stato di salute del cittadino eritreo ricoverato”. Con queste parole Rocco Giuliano, sindaco di Polla, getta una secchiata d’acqua sul fuoco dell’allarmismo che si è diffuso in paese a seguito dell’arrivo di circa 20 cittadini eritrea in fuga dal loro paese. Un allarmismo dovuto al fatto che i 20 profughi, una volta giunti a Polla, si erano allontanati dal centro di accoglienza, girando per il paese e in alcuni casi trovando anche altre soluzioni per dormire, accampandosi in capannoni o in luoghi di emergenza. “molti cittadini pollesi, a riprova del fatto che Polla è una città in prima linea in termini di accoglienza di stranieri, continua il Sindaco Giuliano, vedendoli da soli esposti alle intemperie, hanno anche portato loro coperte e cibo per rifocillarsi. In alcuni casi, però, la loro presenza in paese ha destato preoccupazione, soprattutto quando si è diffusa la notizia che uno di loro era ricoverato in ospedale con sintomi ambigui. Voglio sottolineare, afferma Giuliano, che quando queste persone in fuga dalla loro terra giungono in Italia, vengono immediatamente controllate dal punto di vista sanitario. E infatti, recatomi al nosocomio pollese, i medici mi hanno rassicurato sulle condizioni di salute del cittadino ricoverato. Non vi è alcun rischio sanitario, ribadisce Giuliano, e la mia ordinanza di sgombero è stata finalizzata solo e soltanto alla tutela della sicurezza dei miei concittadini. Ecco perché, termina il primo cittadino pollese, appena mi ricevute dalla prefettura tutte le rassicurazioni del caso, ho annullato l’ordinanza di allontanamento”.  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here