Polla, ancora un incendio: fiamme intorno all’ingresso delle grotte

0
14

{vimeo}457230918{/vimeo}

Ancora fiamme nel Vallo di Diano con grave rischio questa volta anche per le comunità locali. Un nuovo incendio è divampato nella mattinata di oggi a Polla, nei pressi del Convento Santuario di Sant’Antonio e, precisamente, vicino all’ingresso delle Grotte di Polla. Dopo le fiamme che hanno distrutto 45 ettari di bosco nei giorni tra giovedì e venerdì nell’incendio divamapato ad Atena Lucana e che ha raggiunto anche il territorio di Sala Consilina, questa mattina un nuovo rogo sta interessando il Vallo di Diano con notevole preoccupazione anche per l’incolumità delle persone vista la vicinanza delle abitazione al luogo dell’incendio.

Sul posto si è immediatamente recato anche il vice sindaco reggente Massimo Loviso che, considerata la zona impervia e le difficoltà ad intervenire, ha chiesto un eventuale presenza di un elicottero che è al momento al vaglio delle forze in azione per lo spegnimento. Le fiamme, infatti, sono partite dalla parte sottostante l’ingresso delle grotte di Polla per poi camminare verso la parte alta dello stesso ingresso. Si tratta di una zona particolarmente frequentata dato che è a ridosso della strada che conduce poi al Convento Francescano di Sant’Antonio e con una alta densità abitativa. Per questo motivo sul posto sono giunti anche gli agenti della Polizia Municipale per impedire il transito a persone e veicoli nei pressi dell’incendio e favorire un più agile intervento delle forze in campo.

Sul posto sono presenti 2 squadre dei Vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina unitamente ai volontari della Protezione Civile di Polla del nucleo GO.PI.. Ad intervenire con due squadre anche le squadre del servizio di antincendio boschivo della Comunità Montana Vallo di Diano della stazione di Padula guidata dal Caposquadra Casalanuovo a cui si è aggiunta successivamente anche la squadra della stazione di San Rufo.  Secondo quanto emerge l’area interessata dalle fiamme non è particolarmente ricca di vegetazione ma la preoccupazione resta alta vista sia per la difficoltà ad intervenire e sia per l’eccessiva vicinanza delle abitazione al luogo dell’incendio.

Anna Maria CAVA

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here