Monte San Giacomo, ladri in casa dell’ex sindaco Accetta

0
1889

Non si placa l’ondata di furti nel Vallo di Diano.

Nel tardo pomeriggio malviventi si sono introdotti nell’abitazione dell’ex sindaco di Monte San Giacomo, Raffaele Accetta.

Sono riusciti a portar via la cassaforte.

Pare fossero in 4 o 5, sono entrati in azione intorno alle 18. Si sono introdotti in casa arrampicandosi e passando da un balcone. Una volta dentro si sono chiusi in camera da letto e qui si sono messi all’opera. È evidente che avessero tutti gli attrezzi da scasso necessari, hanno sfondato una parete in cui era la cassaforte per asportarla. Non è il lavoro semplice di un ladro improvvisato, è stato un lavoro chirurgico il che non esclude siano andati a colpo sicuro. Hanno letteralmente devastato e messo a soqquadro una stanza e il bagno di pertinenza alla ricerca di altri oggetti di valore.

Sull’episodio indagano i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina per risalire all’identità dei responsabili.

Non sono stati ancora quantificati i danni, tra danni materiali e refurtiva compreso il contenuto della cassaforte, ma il bottino che sono riusciti a portar via ha un valore affettivo prima che economico: si tratta di oro e gioielli di una vita. Poteva andare peggio. Al momento in cui sono entrati la moglie era in casa. Fortunatamente non si è accorta di nulla, in un primo momento, essendo avvenuto tutto ai piani superiori dell’abitazione. Poi, insospettitasi per i rumori e impaurita, ha chiesto aiuto ai vicini.

Intanto i ladri si sono dileguati a bordo di un’auto. La casa è su una via centralissima del paese e i malviventi hanno agito con agilità, freddezza e noncuranza. Dal modus operandi non si può dire siano ladruncoli, è gente che sa il fatto suo, organizzata e spregiudicata. Un fatto che ha lasciato sgomenta la comunità sangiacomese. Dopo un periodo di relativa calma il fenomeno dei reati predatori torna a preoccupare il Vallo di Diano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here