Decisione storica della Consulta sul fine vita, la soddisfazione dell’Avv. Di Paola

0
24

{vimeo}362522704{/vimeo}

Storica sentenza ieri sera della Corte Costituzionale sul delicato tema del fine vita.

La Consulta ha stabilito che non è punibile chi agevola il suicidio nei casi come quelli di Dj Fabo, rimasto cieco e tetraplegico dopo un incidente stradale e attaccato ad un sondino per sopravvivere, vittima di atroci sofferenze, ma pienamente consapevole della sua volontà di considerare quelle condizioni di vita non compatibili con la sua dignità. La sentenza ha ribadito inoltre che resta “indispensabile” l’intervento del legislatore. Già l’anno scorso la Corte Costituzionale aveva sospeso per 11 mesi la sua decisione sulla costituzionalità dell’articolo 580 del codice penale, che pone sullo stesso piano aiuto e istigazione al suicidio, con la reclusione sino a 12 anni.

Soddisfazione è stata espressa anche dal referente locale dell’Associazione Luca Coscioni l’avvocato Franco Di Paola, per una decisione che rende tutti più liberi, come ha subito commentato Marco Cappato, il tesoriere dell’associazione Coscioni che accompagnò in una clinica svizzera per il suicidio assistito Fabiano Antoniani e per questo imputato in un processo a suo carico a Milano. Ascoltiamo l’Avvocato Di Paola

Antonella D’ALTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here