Casalbuono, operaio di 60 anni travolto e ucciso da un Camper su un cantiere della A3 SA/RC

0
22

{vimeo}99528468{/vimeo}

alt

Ancora un incidente mortale ed un operaio rimasto ucciso sulla A3 SA/RC. Questa mattina a perdere la vita su un cantiere dell’autostrada A3 Salerno – Reggio Calabria, all’altezza del chilometro 112 in direzione sud, nei pressi del comune di Casalbuono, è stato un operaio originario di San Rufo di 60 anni, Domenico Setaro, dipendente di una ditta del Vallo di Diano. Lo sfortunato 60enne è stato investito e travolto da un camper mentre stava effettuando dei lavori all’interno di una zona transennata, sulla corsia sud dell’A3. Purtroppo per l’uomo non c’è stato nulla da fare: i soccorritori allertati dai suoi colleghi di lavoro hanno cercato di rianimarlo ma il suo cuore aveva già cessato di battere. Sul posto sono intervenuti gli agenti della sottosezione della Polizia Stradale di Lagonegro agli ordini dell’ispettore La Torraca, impegnati nella ricostruzione della dinamica dell’incidente. Si allunga così in modo impressionante il numero di vittime registrate in questi primi mesi del 2014 sui cantieri della A3 Sa/Rc, soprattutto nel tratto a sud di salerno ai confini tra campania, lucania e calabria. Lo scorso 19 maggio il crollo di una parte di una galleria aveva schiacciato e ucciso un operaio di 39, Antonio De Luca, mentre stava lavorando nel cantiere del tunnel “Serra Rotonda”, all’altezza di Lauria. Sullo stesso tratto di autostrada si erano registrati precedentemente altri due incidenti sul lavoro, che avevano causato un morto ed un ferito. In particolare presso la galleria Renazza, il 30 marzo scorso, aveva perso la vita un altro lavoratore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here