Campagna, caccia a tordi in possesso di richiamo acustico: deferito un cacciatore

0
17

tordi

Nuova operazione delle guardie della Protezione Animali Salerno che hanno fermato e deferito all’autorità giudiziaria un cacciatore in possesso di un richiamo acustico utilizzato per attirare tre Tordi bottaccio. L’intervento è avvenuto durante un servizio di perlustrazione programmato a seguito di una segnalazione per una battuta di caccia di frodo al cinghiale nel territorio comunale di Campagna. Gli uomini della Protezione Animali Salernitana, nel corso dell’operazione aveva individuato un gruppo di cacciatori in un terreno coltivato ad ulivi.

Poco distante dal gruppo è stato notato un altro cacciatore provvisto di regolare porto d’armi. Fermato l’uomo è stato trovato in possesso del richiamo acustico che aveva utilizzato per attirare l’avifauna ed abbatterla mentre, all’interno del suo carniere, aveva tre tordi abbattuti pare servendosi dell’apparecchio.

L’uomo è stato quindi deferito all’Autorità giudiziaria competente per reati connessi all’uccisione di animali e alla Legge 157 del 1992. I successivi controlli delle guardia, fortunatamente hanno dato esito negativo. Intanto arriva l’annuncia di un intensificazione dei controlli in questi ultimi giorni di caccia aperta.

“I controlli proseguiranno nei prossimi giorni in previsione della chiusura della caccia a molte specie tuttora cacciabile, invitiamo pertanto i cacciatori a rispettare il calendario venatorio” – sottolinea il capo nucleo di Salerno, Alfonso Albero – “al fine di non incorrere in sanzioni e denunce.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here