Caggiano. Prosegue il progetto “mensa a metro zero e zero rifiuti”: ora a scuola l’olio locale

0
278

Per promuovere l’utilizzo di prodotti locali e a fornire agli studenti alimenti di qualità educandoli ad una sana e genuina alimentazione va avanti a Caggiano, anche per questo anno scolastico, il progetto “mensa a metro zero”

Nell’ambito del programma organico di azioni finalizzato alla promozione di stili di vita e consumi “sostenibili” – commentano dal Comune – ed al fine di favorire la filiera corta, è stata confermata la possibilità alle famiglie che porteranno prodotti propri il riconoscimento di detrazioni alla quota di iscrizione al servizio mensa.

Il Comune quindi invita i genitori degli utenti del servizio mensa al conferimento dell’olio extravergine di oliva per la molitura  nei frantoi aderenti all’iniziativa.

La mensa scolastica di Caggiano è una mensa “a metro zero e zero rifiuti” attiva già da diversi anni. È un progetto virtuoso, già insignito del Premio Vivere a spreco zero, che oltre a far risparmiare le famiglie sul costo della mensa scolastica ha un impatto positivo sulla salute e sull’educazione dei bambini e sull’ambiente.

L’iniziativa si conferma una felice intuizione che vede il Comune, tra le esperienze positive a livello nazionale, puntare sul km zero nel menù offerto alle scuole.

I prodotti locali (patate, ceci, fagioli, olio extravergine, passata di pomodoro…), seguendo la stagionalità, vengono consegnati dalle stesse famiglie dei bambini fruitori del servizio di mensa scolastica. È stato creato negli anni un circolo virtuoso basato su una moderna formula di baratto che consente alle famiglie di scambiare i prodotti del proprio orto con le quote del servizio a proprio carico avendo così la certezza della qualità di ciò che i propri bambini mangeranno a scuola.

Ora tocca all’olio extravergine d’oliva da consegnare ai frantoi che hanno aderito all’iniziativa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here